Siete stati violati: Cosa fare per evitare di essere hackerati nuovamente

Siete stati violati: Cosa fare per evitare di essere hackerati nuovamente

Leggi 26 minuti

Nel mondo avanzato di oggi, è fondamentale comprendere l'impatto devastante delle intrusioni informatiche su individui e aziende. Gli intrusi sfruttano le vulnerabilità dei sistemi per accedere a informazioni sensibili e provocare distruzioni o altri atti dolosi.

La sicurezza informatica è l'arte di proteggere i sistemi informatici, le reti e i dati personali da accessi illegali, furti o danni. È una componente essenziale per gli individui e le aziende per proteggere la loro riservatezza dagli hacker. La protezione digitale comprende varie misure come firewall, software anti-malware, autenticazione a due fattori e aggiornamenti frequenti del software per impedire l'accesso non autorizzato ai sistemi.

Le statistiche mostrano che le violazioni della rete sono sempre più frequenti e colpiscono milioni di persone ogni anno. L'Hiscox Cyber Readiness Report 2022 rivela che, secondo le stime, nel 2022 un singolo attacco via Internet costerà alle aziende statunitensi una media di 18.000 dollari. E non è tutto! Il rapporto IBM/Ponemon Institute rivela che il costo totale medio delle violazioni dei dati nel 2022 è stato di ben 4,35 milioni di dollari! Si tratta di un aumento enorme rispetto agli anni precedenti e sottolinea l'estrema necessità per le aziende di prendere sul serio la sicurezza digitale.

I criminali informatici utilizzano una serie di tattiche esplosive come il phishing, l'ingegneria sociale, il malware e il software obsoleto per sfruttare le vulnerabilità dei sistemi.

Lo scopo di questo articolo è quello di fornire una guida completa su cosa fare in caso di attacco informatico. Subire un attacco informatico può essere un'esperienza sconvolgente e scoraggiante, ma un'azione immediata può mitigare i danni. Vi forniremo suggerimenti su cosa fare in caso di hacking e su come prevenire future intrusioni.

Errori tipici per cui le persone vengono hackerate

Una delle cause principali delle intrusioni informatiche è la mancanza di conoscenza della sicurezza digitale. Molte persone non sono ben informate sulle pratiche di protezione online, il che le rende facili bersagli degli hacker.

A ciò si aggiunge un software obsoleto. Questi software possono presentare vulnerabilità che gli intrusi sono in grado di sfruttare per accedere al sistema.

Un altro fattore che contribuisce è l'eccessiva condivisione di informazioni personali online. I dati condivisi sulle piattaforme di social media possono essere utilizzati da malintenzionati per accedere ai profili.

Anche le reti Wi-Fi pubbliche sono un problema importante, poiché spesso non sono protette e i cracker possono facilmente intercettare i dati sensibili.

Trascurare l'installazione e la manutenzione di un software anti-malware è un'altra ragione comune per subire violazioni digitali. Il malware è in grado di infettare i dispositivi e rubare la riservatezza all'insaputa dell'utente.

Infine, anche il riutilizzo delle password su più profili può rendere le persone vulnerabili alle intrusioni informatiche. Se un criminale informatico riesce ad accedere a un account con un login riutilizzato, può potenzialmente essere in grado di entrare in altri profili.

Comprendendo questi errori comuni per essere hackerati, potrete prendere provvedimenti per proteggere voi stessi e i vostri dati privati. È essenziale dare priorità alla sicurezza informatica per prevenire potenziali minacce digitali e mantenere i propri dati al sicuro.

Come gli hacker attaccano: Metodi e tattiche comuni

I criminali informatici stanno diventando sempre più sofisticati nei loro metodi di hacking ed è essenziale comprendere i vari modi in cui possono violare le vostre informazioni personali e sensibili.

Uno dei modi più pervasivi con cui gli intrusi riescono a entrare nei vostri dati è attraverso le truffe di phishing. Queste truffe assumono spesso la forma di e-mail o messaggi che sembrano provenire da una fonte attendibile, ma sono progettati per ingannare l'utente e indurlo a rivelare i suoi dati riservati o le credenziali di accesso.

Un'altra vulnerabilità comune è rappresentata dalle password deboli. I malintenzionati sono in grado di utilizzare software specializzati per decifrare passcode semplici e comuni, consentendo loro di accedere ai vostri profili.

Anche le reti non protette sono un problema importante. Le reti Wi-Fi pubbliche, ad esempio, sono facili bersagli per i cracker, che possono intercettare il vostro traffico online e accedere alle vostre informazioni.

Gli attacchi malware sono un altro modo prevalente in cui gli hacker possono sfruttare il vostro sistema. Lo spyware può essere installato sul computer o sullo smartphone tramite download, allegati o link. Una volta installato, gli hacker possono utilizzarlo per accedere ai file, alle password e ad altri dati riservati degli utenti.

L'ingegneria sociale è un'altra tattica che i cracker utilizzano per accedere ai dati personali. Sono in grado di manipolare le persone per convincerle a fornire i loro dati riservati o i loro login attraverso e-mail, telefonate o persino di persona. I criminali informatici possono fingere di essere una fonte affidabile, come una banca o un'agenzia governativa, e indurre l'utente a fornire le proprie informazioni.

Un altro modo in cui gli intrusi possono introdursi nel vostro sistema è sfruttare le debolezze di sicurezza del vostro software. Ad esempio, se avete installato una vecchia versione di un browser web, questa potrebbe presentare delle vulnerabilità che possono essere facilmente sfruttate contro di voi. Ciò dimostra l'importanza fondamentale di mantenere il software aggiornato per essere sempre all'avanguardia rispetto alle minacce alla sicurezza digitale.

Anche l'accesso fisico a un dispositivo può aprire la strada a un'intrusione digitale. Se un malintenzionato riesce a entrare fisicamente nel vostro computer o smartphone, il potenziale per installare malware o accedere direttamente ai vostri dati sensibili è molto alto. Pertanto, la protezione dei dispositivi fisici è un prerequisito per la sicurezza delle informazioni.

Cosa possono fare gli hacker dopo un'intrusione?

Quando un aggressore riesce a entrare nel vostro dispositivo, ha la possibilità di causare molti danni. Ecco alcune delle cose che un hacker potrebbe fare se riesce a penetrare nel vostro sistema:

  • Accedere a dati riservati: I criminali informatici possono prendere informazioni personali, come nome, indirizzo, numero di telefono, e-mail e persino il numero di previdenza sociale. Queste informazioni potrebbero essere utilizzate per rubare la vostra identità, aprire profili fraudolenti o addirittura accedere ai vostri login finanziari.
  • Rubare il vostro denaro: Gli intrusi possono utilizzare i vostri dati finanziari, come quelli della carta di credito o del conto bancario, per effettuare acquisti o trasferimenti non autorizzati. Potrebbero anche utilizzare la vostra identità per richiedere prestiti o carte di credito, lasciandovi responsabili dei debiti che creano. In casi estremi, gli aggressori potrebbero addirittura impossessarsi del vostro intero profilo finanziario e prosciugare i vostri risparmi.
  • Diffondere malware: Una volta che un hacker invade i vostri accessi, è in grado di usarli per diffondere malware ad altre persone del vostro elenco di contatti. Questo potrebbe causare un effetto a catena e portare molte altre persone a subire un'interruzione della rete.
  • Spiarvi: Gli hacker sono in grado di installare keylogger o altri spyware sul vostro computer, consentendo loro di tracciare i vostri tasti e monitorare la vostra attività. Questo potrebbe essere particolarmente pericoloso se si utilizza il computer per l'online banking o per altre transazioni sensibili. Possono anche utilizzare la webcam o il microfono per spiarvi e registrare le vostre conversazioni.
  • Condurre attività illegali: I vostri dispositivi possono essere utilizzati per svolgere attività illegali, come diffondere discorsi di odio, commettere frodi o distribuire contenuti illegali. Questo potrebbe mettervi in una posizione molto difficile, in quanto potreste essere ritenuti responsabili delle azioni dell'intruso.
  • Vendere le vostre informazioni sul dark web: Gli hacker possono vendere i vostri dati sul dark web ad altri criminali. Queste informazioni potrebbero essere utilizzate per furti di identità, frodi e altre attività criminali.
  • Attacchi ransomware: Potreste imbattervi in un ransomware che blocca il vostro computer e richiede un pagamento in cambio del ripristino dell'accesso. Questo potrebbe essere molto costoso e causare molto stress e ansia.

Come si può notare, il cyber hacking è un problema serio e può portare a molti problemi. È importante adottare misure di sicurezza digitale per proteggersi dalle intrusioni e vigilare sulla sicurezza informatica dei propri dispositivi e dei propri accessi.

14 segni che indicano che siete stati hackerati

Purtroppo il rischio di attacchi informatici è sempre presente. Ma come potete scoprire se qualcuno ha avuto accesso non autorizzato ai vostri profili o ai vostri dati riservati? Vediamo ora i segnali più comuni che possono indicare che siete stati violati.

1. Addebiti inspiegabili sui vostri conti sono uno dei segnali più evidenti che indicano che il vostro profilo è stato violato. È il momento di esaminare tutte le transazioni strane che notate sul conto della vostra carta di credito o sull'estratto conto bancario.

2. Pop-up e annunci sospetti: Se durante la navigazione si visualizzano spesso pop-up e pubblicità dubbie, è possibile che il vostro profilo sia stato compromesso. Questi annunci possono rimandare a siti web di phishing che cercano di rubare le vostre informazioni personali o includono malware.

3. Rallentamenti o arresti anomali del computer: Se il computer funziona molto più lentamente del solito o si blocca frequentemente, potrebbe essere una conseguenza dell'infezione del dispositivo da parte di malware e altri tipi di virus.

4. Password o informazioni del profilo modificate: Ricevere un'e-mail da un fornitore di servizi in cui si comunica che la password è stata modificata senza il vostro coinvolgimento è un'indicazione che qualcun altro è entrato nel vostro account.

5. Attività insolite nel vostro profilo: Se notate ingressi insoliti nel vostro profilo, come accessi da dispositivi o indirizzi IP sconosciuti, significa che qualcun altro ha accesso al vostro profilo.

6. L'antivirus disattivato potrebbe essere un segno che qualcuno ha preso il controllo del vostro dispositivo e ha disattivato il software per evitare il rilevamento.

7. Installazioni di software inaspettate: Se notate un nuovo software sul vostro dispositivo che non ricordate di aver installato, potrebbe essere un sintomo che siete stati violati e che avete installato del malware.

8. Le ricerche online vengono reindirizzate: Se le ricerche online vengono reindirizzate a siti web sconosciuti, è segno che il malware ha già infettato il dispositivo.

9. Modifiche inspiegabili ai file o alle impostazioni sono un indizio del fatto che qualcun altro ha accesso al dispositivo e ha ricevuto tutte le autorizzazioni necessarie per effettuare le modifiche.

10. Mouse o tastiera poco reattivi: Se il mouse o la tastiera non rispondono più, potrebbe significare che qualcuno ha preso il controllo del dispositivo da remoto.

11. Schermata blu della morte: È un avviso che indica che il dispositivo ha riscontrato un errore grave. Anche se non significa necessariamente che siete stati attaccati, vale la pena di indagare.

12. Webcam o microfono si accendono inaspettatamente: Se la webcam o il microfono si accendono inaspettatamente, potrebbe essere un chiaro indicatore che qualcuno sta monitorando la vostra attività a vostra insaputa.

13. I vostri amici segnalano messaggi strani: Se i vostri amici o contatti ricevono messaggi strani da voi, è probabile che qualcuno sia entrato nel vostro profilo e stia inviando e-mail a vostro nome.

14. Ricevete un messaggio ransomware, un falso messaggio antivirus o barre degli strumenti del browser indesiderate:
Tutte queste notifiche indicano che siete stati compromessi. I falsi avvisi antivirus potrebbero indurvi a installare del malware, mentre il ransomware può bloccare i vostri file e chiedere un pagamento per decriptarli. In conclusione, se notate uno di questi segnali, è importante intervenire immediatamente per proteggere i vostri dati e i vostri dispositivi. Rimanendo vigili e adottando misure proattive per prevenire i tentativi dei criminali informatici, potete contribuire a mantenere le vostre informazioni sicure e protette.

    Cosa fare all'inizio?

    Se sospettate che la vostra sicurezza digitale sia stata violata, è fondamentale agire rapidamente per ridurre al minimo i danni. Un'azione tempestiva può aiutare a evitare che malintenzionati effettuino ulteriori intrusioni informatiche nel vostro sistema o sottraggano dati riservati.

    Ecco alcune misure iniziali essenziali da adottare se siete stati violati:

    1. Disconnettersi da Internet: Chiudete il vostro dispositivo dalla rete online per evitare ulteriori accessi illegali.

    2. Entrate in modalità sicura: Riavviate il dispositivo in modalità sicura. In questo modo si impedirà a qualsiasi malware di funzionare e di sfruttare ulteriormente il sistema.

    3. Modificare le password: Cambiate immediatamente i login per tutti i vostri profili. Utilizzate password forti e uniche e attivate l'autenticazione a due fattori per migliorare la sicurezza.

    4. Bloccate il vostro conto bancario e bloccate i login compromessi: Contattate la vostra banca e altri istituti finanziari per bloccare il vostro credito e i profili compromessi. Questo impedirà agli hacker di rubare il vostro denaro o di fare acquisti non autorizzati.

    5. Attivate l'autenticazione a più fattori: Attivate l'autenticazione a due fattori su tutti i vostri profili. In questo modo, i vostri account saranno protetti da un ulteriore livello di sicurezza e l'accesso sarà più difficile per i malintenzionati.

    6. Usate l'antivirus: Eseguite una scansione antimalware sul vostro dispositivo per individuare eventuali software dannosi nascosti nel sistema. L'antivirus vi informerà e rimuoverà la minaccia se trova file o programmi sospetti.

    7. Controllare il traffico di rete: Utilizzate strumenti come Wireshark per tracciare il traffico digitale e identificare eventuali schemi insoliti. Ad esempio, un aumento improvviso del traffico verso un determinato sito web o indirizzo IP potrebbe indicare che sul vostro computer è presente del malware o che qualcuno sta cercando di entrarvi. Con Wireshark è possibile identificare la fonte dell'attività e prendere le precauzioni necessarie per proteggere il sistema.

    8. Monitorare l'attività del sistema: Tenete d'occhio l'attività del sistema per individuare eventuali processi o attività insolite. È possibile utilizzare strumenti come Task Manager (Windows) o Monitoraggio attività (Mac) per monitorare l'attività del sistema.

    9. Ripristinare il sistema a un punto precedente: se disponete di un punto di ripristino del sistema, considerate la possibilità di ripristinare il sistema a un punto precedente a quello in cui si è verificata l'intrusione informatica.

    10. Seguire le istruzioni dell'assistenza tecnica o dei fornitori di servizi: Se i problemi persistono, chiedete consiglio all'assistenza tecnica o ai fornitori di servizi per ottenere ulteriore assistenza.

    Tenete presente che è fondamentale agire immediatamente se avete subito un attacco informatico. Più si ritarda, più gli hacker possono danneggiare il sistema e rubare informazioni.

    Chi contattare dopo un incidente di hacking?

    Un altro dei passi critici da compiere è quello di contattare le persone o le organizzazioni giuste che possono offrire l'assistenza necessaria. Di seguito sono elencate alcune delle principali entità che potreste dover contattare:

    • L'istituto finanziario o la società di carte di credito: Se notate attività sospette o transazioni non autorizzate sui vostri profili, è essenziale contattare subito il vostro istituto finanziario o la società di carte di credito per bloccare i login compromessi e prevenire ulteriori attività fraudolente.
    • Il vostro fornitore di servizi e il supporto tecnico per gli account aziendali: Se utilizzate un profilo aziendale, informate il vostro fornitore di servizi e il team di assistenza tecnica il prima possibile per informarli della situazione e prevenire ulteriori danni.
    • L'azienda che fornisce il software antivirus: se sul vostro dispositivo è installato un antivirus, contattate il team di assistenza clienti dell'azienda per segnalare il problema e chiedere consiglio su come rimuovere eventuali malware o virus dal sistema.
    • Il vostro provider di posta elettronica: Se il vostro account di posta elettronica è stato violato, è essenziale contattare il vostro provider di posta elettronica per segnalare l'incidente e prendere provvedimenti per proteggere il vostro account.
    • La polizia (in caso di furto d'identità): Se si sospetta che le proprie informazioni personali siano state rubate e possano essere utilizzate per un furto d'identità, contattare immediatamente la polizia per sporgere denuncia.
    • La Federal Trade Commission: La FTC è l'agenzia federale responsabile della protezione dei consumatori dalle frodi e dai furti di identità. Se avete subito un'intrusione, potete presentare una denuncia all'agenzia federale per documentare l'accaduto e ricevere indicazioni su come proteggervi da ulteriori danni.

    Contattando gli enti e le organizzazioni giuste, è possibile ottenere l'aiuto necessario per riprendersi da un'intrusione informatica e scongiurare ulteriori sfruttamenti.

    Come fare per non essere nuovamente hackerati?

    Ecco alcune strategie chiave per aiutarvi a prevenire future intrusioni informatiche:

    • Utilizzare password forti: Utilizzare password deboli è come lasciare aperta la porta di casa. Assicuratevi di utilizzare login unici e complessi per tutti i vostri profili ed evitate di utilizzare la stessa voce per più account.
    • Attivate l'autenticazione a due fattori: L'autenticazione a più fattori può aggiungere un ulteriore livello di sicurezza digitale richiedendo l'inserimento di un codice univoco o di dati biometrici, oltre alla password, per accedere ai vostri profili.
    • Mantenere aggiornati i software e i sistemi operativi: è importante aggiornare regolarmente i software e i sistemi operativi per risolvere le vulnerabilità note della sicurezza informatica e impedire agli hacker di sfruttarle.
    • Siate prudenti quando fate clic su link o scaricate software sconosciuto: Evitate di cliccare su link o di scaricare software da fonti non attendibili o da e-mail sospette per evitare accessi non autorizzati.
    • Utilizzare software antimalware e firewall: L'utilizzo di software antivirus e firewall affidabili può aiutare a proteggere i sistemi tecnologici dal malware.
    • Informatevi sulle tattiche di hacking più comuni: Conoscere le tattiche di intrusione più comuni, come le truffe di phishing e l'ingegneria sociale, può aiutare a riconoscerle ed evitarle.
    • Eseguire regolarmente il backup dei dati importanti: Eseguire regolarmente il backup dei dati importanti può proteggere dalla perdita di dati in caso di attacco digitale o di guasto del sistema.
    • Utilizzate connessioni Wi-Fi sicure: Evitate di utilizzare reti Wi-Fi pubbliche o connessioni elettroniche non protette che possono essere facilmente violate.
    • Implementare misure di sicurezza: Utilizzate misure di sicurezza come VPN, password manager e tecnologie di crittografia per proteggere le vostre attività online e garantire le vostre informazioni riservate.
    • Monitorate regolarmente i vostri conti: Monitorare regolarmente i profili e gli estratti conto per individuare eventuali attività sospette può aiutare a individuare e prevenire le attività fraudolente.

    Implementando queste strategie e rimanendo vigili, potete ridurre significativamente il rischio di subire crimini informatici e proteggere la vostra intelligence e le vostre attività online. Ricordate di essere proattivi nelle vostre misure di sicurezza informatica per evitare ulteriori problemi di protezione informatica.

    Conclusione

    Gli incidenti di hacking possono essere incredibilmente snervanti e agire tempestivamente è fondamentale per limitare i danni. Cambiare i login, disconnettersi da Internet e contattare le parti interessate sono alcuni dei passi iniziali che si possono compiere per avviare il processo di recupero. Ma essere proattivi è fondamentale per ridurre al minimo il rischio di future intrusioni digitali. Attivare l'autenticazione a due fattori, aggiornare regolarmente il software e utilizzare strumenti anti-malware sono solo alcune delle misure preventive che individui e aziende possono adottare.

    Noi di INTROSERV crediamo che la sicurezza delle informazioni non debba essere presa alla leggera e che sia necessario stare attenti alle minacce informatiche. È fondamentale conoscere le tattiche di hacking più comuni e rimanere aggiornati sugli ultimi sviluppi della sicurezza digitale. Attraverso uno sforzo collettivo per combattere la criminalità informatica, possiamo creare un ambiente virtuale più sicuro per tutti, rendendo la sicurezza informatica una priorità assoluta.